Vai ai contenuti

Lettera fine anno 2018

Appunti

  

[30/12/2018]


STAGIONE 2019, GRANDI CAMBIAMENTI,
NUOVE REGOLE IN COPPA ITALIA, DATE...

Grazie, grazie ai gruppi, alle persone ed agli sponsor che hanno permesso di svolgere la stagione 2018!
Si sono disputate 2 competizioni Internazionali, il Campionato Italiano in Prova Unica e ben 6 competizioni di Coppa Italia oltre alla Finalissima!
Ringraziamo per il patrocinio del Campionato Italiano e le due gare Internazionali l’AeC Vo.LI, per l’organizzazione i gruppi di Forlì Villafranca, il gruppo CR.RC di Cremona, il gruppo di Carisio, La Fenice di Rimini, il gruppo Aquilae di Vigarano Mainarda e il gruppo GMP di Prato che ha organizzato una gara di Coppa ma anche la finale su due giorni in modo magistrale.
 
Non citiamo i singoli ma vogliamo davvero dire grazie a tutti di cuore per la disponibilità e per il grande lavoro operativo svolto a beneficio di questa comunità di sportivi appassionati.
 
E poi va detto che nei week end liberi dalle gare in Italia siamo andati in tanti e tante volte all’estero a competere nelle gare Eurotour, a Trnava e abbiamo anche partecipato al primo Campionato Europeo della Categoria con buoni risultati.

È stato un anno che è letteralmente volato via volando, spesso in posti diversi con amici diversi e ora che la stagione è finita già pensiamo alla prossima stagione 2019 nella quale apporteremo qualche modifica al regolamento della Coppa Italia sia nelle competizioni che nella finale.
 
Va tutto a gonfie vele, siamo sempre in tanti e quindi perché cambiare? Proviamo a condividere quanto sta a monte delle decisioni, abbiamo 46 classificati ma in realtà sono meno di 35 quelli che hanno partecipato con continuità e questo malgrado ci sia una importante riffa di fine anno e gli appuntamenti siano distribuiti durante la stagione, chi ha partecipato proveniente da altre categorie di volo elettrico non ha insistito e non è poi ritornato.
 
Dobbiamo da subito fare in modo che la categoria sia meno estrema e far sì che per tutti i piloti, anche i meno bravi e agguerriti, le gare di Coppa siano un bellissimo confronto competitivo in compagnia, un momento di crescita, condivisione ed aggregazione. Chi è più competitivo ed aggressivo dovrà affrontare le gare con maggior senso sportivo e rispettando di più chi partecipa solo per passare una bella giornata in compagnia.
 
Riteniamo utile fare un richiamo generale a una maggior sportività, correttezza e rispetto reciproco, abbiamo visto crescere la tendenza a comportamenti che non possiamo condividere e accettare, la gara è una gara individuale nella quale ognuno dovrebbe fare del suo meglio in ogni lancio, senza condizionare la gara altrui. Ci sono stati molto spesso dei comportamenti che seppure innocenti e in buona fede vanno contro il regolare svolgimento della gara.
 
Pensiamo che non è corretto cercare di influenzare la classifica con giochi al sacrificio di un componente del team o alla “o la va o la spacca” concordati di volta in volta per condizionare il punteggio di un avversario o un pilota che non appartiene al proprio entourage o non ci sta simpatico.
 
Inoltre, quando un pilota ha dei punteggi poco soddisfacenti spesso si mette a volare cercando l’exploit, tanto poi riaccende e salva il modello. Attenzione, prima o poi ognuno di noi avrà bisogno di tutti quanti gli altri e con questi comportamenti non si ottiene nulla di buono, nessuno è così bravo da poterseli permettere e alla lunga si pagano cari, sui propri risultati. Resta inteso che ognuno fa come vuole e gestisce come gli pare la sua strategia di gara, ma ricordo che nelle gare estere sarà molto difficile trarne giovamento e oltretutto sminuisce il valore di chi ne dovesse, consapevolmente o meno, ricevere un vantaggio.
 
Per questo ed altri motivi abbiamo pensato che dalla stagione 2019 le gare di Coppa Italia dovranno seguire delle regole differenti, con l’obiettivo di migliorare alcuni aspetti che sono al momento sottovalutati, i Fai dovranno fare dei sacrifici e impegnarsi di più, tocca a loro dare il meglio per la crescita di tutti quanti.
 
Il primo cambiamento è che nelle gare di qualificazione verrà messo un limite di quota inferiore uguale per tutti.
 
Ai fini del punteggio abbiamo tre variabili, il tempo, la distanza di atterraggio e la quota, vorrà dire che ogni lancio valido in cui il concorrente avrà registrato una quota minore di 60,00 metri, gli verranno comunque computati 60 metri e che il mille verrà giocato sul tempo e sull’atterraggio.
 
Pensiamo con questi cambiamenti di non esasperare inutilmente le gare di Coppa, nella finale A invece spegnete alla quota che vi piace ed avrete il punteggio corrispondente, nella finale B resta il limite dei 60 metri. Vogliamo anche fare in modo che i modelli restino competitivi più a lungo permettendo a chi non vuole cambiarli ogni anno di essere ugualmente alla pari degli avversari.

Il secondo cambiamento è che i piloti Fai dovranno rinunciare a poter riaccendere il motore, in questi due anni si è notato che nelle gare internazionali ad alcuni crea un certo “fastidio ed imbarazzo” non poter riaccendere, inoltre spesso si abusa di questa regola e si riaccende per poi continuare il volo rendendo illeggibile la situazione a chi ancora sta volando e avrebbe il diritto di finire il suo volo senza dover tener di conto di chi ha punteggio zero , la norma dice che si dovrebbe atterrare con celerità e sarebbe bene avvertire gli altri piloti in volo della avvenuta riaccensione. Restiamo convinti che sia meglio poter riaccendere ma dobbiamo arrenderci alla realtà dei fatti che dicono il contrario, evidentemente va bene fino ad un certo livello, da lì in poi no.
 
La combinazione tra la quota minima e la mancanza della riaccensione dovrebbe portare i piloti a un maggior concretezza nell’affrontare la Gara e la combinazione tra i 60 m e la mancanza di riaccensione circoscrive il rischio a livelli accettabili per tutti.
 
Argomento Giroscopi ed altra elettronica, in Coppa Italia non si potranno utilizzare. Non si potranno utilizzare ammennicoli elettronici oltre servi, riceventi, batterie, regolatori, motori ed AMRT, la telemetria resta ammessa solo per verificare il valore del segnale e la tensione delle batterie.
 
Dopo la riunione della Ciam di aprile sapremo se i giroscopi verranno vietati o meno, nel caso non vengano vietati vedremo se permetterne l’uso temporaneo e mirato.
 
Con queste decisioni vogliamo ribadire che la Coppa Italia ha valore promozionale e di avvicinamento alla F5J Fai, le restanti regole rimangono le stesse che già conoscete, le modalità di svolgimento, i cronometraggi, tutto resta uguale come ormai facciamo da qualche anno e che ben funziona grazie alla collaborazione di tutti quanti.

Alla Coppa Italia accetteremo iscrizioni anche di piloti non Italiani, ben vengano amici stranieri a confrontarsi con noi, in ogni caso non potranno disputare la finale e partecipare alla eventuale riffa di fine anno.
 
Nel 2019 verranno organizzate due gare internazionali come di consueto, e il Campionato Italiano in prova unica su due giorni.
 
Se nelle gare di Coppa si svolgeranno i flyoff i punteggi saranno normalizzati assegnando 1000 punti al vincitore e gli altri di conseguenza, suggeriamo con decisione agli organizzatori di svolgere le gare con i flyoff e invitiamo i concorrenti a valutare con positività tale modalità di svolgimento, è vero che si faranno meno voli ma anche che in questo modo potrete prepararvi al meglio e crescere.
 
La Coppa Italia 2019 avrà sette gare utili ai fini del punteggio, ma solo tre saranno conteggiate per accedere alla Finale, in modo da non costringere i concorrenti a troppe trasferte.
 
Ai fini della Classifica di Coppa Italia 2019 non sono valide le gare di Campionato Italiano o Eurotour Contest che si svolgono in Italia.
 
La finale si svolgerà nello stesso identico modo in cui si è svolta quest'anno, due flyoff A e B cui accederanno rispettivamente i primi 12 classificati presenti (A) ed i secondi 12 presenti (B).
 
La Coppa Italia 2019 si disputerà indicativamente con questo calendario:
 
        • 10 marzo, Lodi
        • 31 marzo, Vigatto
        • 5 maggio, Prato
        • 2 giugno, Rimini
        • 7 luglio, Cremona
        • (...) settembre, Torino
        • 5-6 ottobre , finale Vigatto


Le gare Internazionali Eurotour Contest e Fai World Cup sono queste:
 
        • 13/14 aprile, Carisio
        • 18/19 maggio, Vigarano Mainarda
   

Campionato Italiano Fai:
 
        • 15/16 giugno, Vigarano Mainarda

 
Saluti a tutti e mi raccomando,
bisogna volare di più ed atterrare meglio!!



 
 F5J Italia

Torna ai contenuti